News
In Evidenza

Garavaglia: “Lo sport driver potente per il turismo”

Chiaro il messaggio del Ministro del Turismo Massimo Garavaglia nell’incontro per il ciclo “Vita da campioni” organizzato dalla Federazione Italiana Tennis e da Sport e Salute

“Dobbiamo ripartire da quei fondamentali che davamo per scontati, come i Giochi della Gioventù. Lo sport può e deve essere un driver per il turismo e l’economia dell’Italia”. E’ chiaro il messaggio del Ministro del Turismo Massimo Garavaglia protagonista con Jury Chechi, oro negli anelli ad Atlanta 1996 e bronzo ad Atene 2004, Stefano Pantano, campione del mondo di scherma, nel corso di un incontro per il ciclo “Vita da campioni” al Foro Italico. Presente anche Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute, che li organizza durante gli Internazionali BNL d’Italia insieme alla Federazione Italiana Tennis per creare un dialogo fra i vertici delle istituzioni e i campioni dello sport.

“Sport e Salute ha una dimensione sociale e una dimensione economica, e questo torneo lo dimostra. Organizziamo undici eventi sportivi di rilevanza internazionale qui, che determinano un impatto di 90 milioni e 40 milioni per la città” ha detto Cozzoli. Questa doppia dimensione è evidente anche nel legame forte fra i nuovi comportamenti dei viaggiatori e la pratica sportiva. Secondo i dati di una ricerca SWG per Sport & Salute, cresce la voglia di stare all’aperto. Il 50% degli italiani che hanno risposto allo studio considerano la possibilità di fare sport come un valore aggiunto nella scelta della meta per le proprie vacanze. Non solo benessere fisico e mentale, dunque, ma uno strumento per creare valore.

Chi persegue forme di vacanza più attiva cerca soprattutto sentieri per il trekking, possibilità di affittare biciclette e monopattini, terme, piscine all’aperto e parchi pubblici attrezzati. “Lo sport nei parchi è una nostra missione importante” ha detto Pantano, Legend come Chechi di Sport e Salute.

“Il bello del turismo e dello sport è che si mescola tutto – ha detto il ministro Garavaglia -. Abbiamo fatto ad esempio degli studi sui cammini, come la via Francigena. La motivazione maggiore per chi li compie è proprio la voglia di fare attività fisica”.

In questa prospettiva, ha aggiunto, “abbiamo cambiato la normale convenzione con il Giro d’Italia, abbiamo voluto farlo diventare un po’ come il Tour de France, ovvero un’occasione organizzata di promozione per l’Italia”. Spinge molto Garavaglia, che usa regolarmente la bicicletta elettrica tanto da definirla “la mia macchina del tempo”, sul potenziale del cicloturismo. “In italia vale 5 miliardi – dice – Ma in Germania 20. E in quanto a clima e bellezze da vedere, l’Italia offre molto di più della Germania. Non vedo perché non possiamo arrivare a 20 miliardi anche noi, e i 15 che mancano sono un punto di PIL”. Lo sport, ha detto Chechi che gestisce una struttura ricettiva nelle Marche, “dovrebbe essere visto da tutta la popolazione come un elemento centrale della vita, per stare bene con se stessi e con gli altri”.

In questo percorso, ha spiegato Cozzoli, Sport e Salute si avvicina ai cittadini non solo inaugurando progetti sportivi nelle periferie o in quartieri disagiati. “Abbiamo mappato 77 mila impianti sportivi in Italia, il cittadino e turista cliccando sulla nostra app My Sport e Salute può scoprire tutti gli impianti più vicini a casa”.

E’ un modo per rispondere alla voglia di attività all’aria aperta dopo due anni di pandemia. In questa stagione di rinascita, può cambiare anche il volto del turismo in Italia. “Gli italiani hanno scoperto la bellezza del nostro Paese, e parallelamente stanno tornando gli stranieri – ha detto il ministro -. I giovani, poi, hanno già consapevolezza della sostenibilità e la chiedono, si informano. Più facciamo conoscere le nostre possibilità, più riusciremo a distribuire il flusso in tutta la nazione e per tutto l’anno. I turisti sono cambiati, e a giugno vogliamo incontrarli. Abbiamo organizzato infatti a Sorrento, insieme alla competente divisione dell’ONU, il primo congresso mondiale del turismo giovanile. Far conoscere l’Italia a 159 Paesi è un bel modo per ripartire”.

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close