News
LIVE BLOG

LIVE BLOG: SABATO 7 MAGGIO
Rivivi la giornata: delirio per Roger
Q: avanzano Donati e Volandri

Questo contenuto è stato pubblicato 7 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

21:36 – Con questo siamo arrivati all’ultimo aggiornamento per questa splendida, lunghissima giornata al Foro Italico. Da domani saranno in campo i primi turni del tabellone maschile, oltre al turno conclusivo delle qualificazioni maschili e femminili. Dietro le quinte, saranno invece molte le protagoniste che passeranno a trovarci in conferenza stampa, da Serena a Vika. Buona serata a tutti, a domani.

20:14 – Con l’eliminazione di Luca Vanni per mano di Ernests Gulbis, 6-2, 6-4 il punteggio,  si chiude questo intenso sabato dedicato al primo turno delle Qualificazioni. Tutte eliminate le azzurre, accedono al secondo ed ultimo turno Matteo Donati e Filippo Volandri, opposti domenica rispettivamente al francese Robert e al ceco Stepanek.

19:38 – Mentre arriva notizia delle sconfitte di Lorenzo Giustino e Andrea Vavassori, rispettivamente per mano dell’olandese Robin Haase e del bosniaco Damir Dzuhmur, la direzione del torneo ha diramato l’ordine di gioco per la giornata di domenica 8 maggio, che darà il via al tabellone principale maschile.

19:11 – Solitario e accasciato su un divanetto in area giocatori, pochi minuti fa Taylor Fritz aveva tutta l’aria di chi sa di aver perso un’occasione: con Radek Stepanek è stato per tre volte a due punti dal match, prima di perdere 46 76 61. Quello cui probabilmente non pensava, in questo momento negativo, è il fatto che di occasioni ne avrà innumerevoli: è nato nel 1997. Tranquillo e posato come un veterano, nel tesissimo finale di secondo set, l’americano non ha ceduto a nessuna delle provocazioni della vecchia volpe Stepanek. Ha ceduto invece al tennis ancora scintillante (perlomeno a tratti) del ceco: servizio e rovescio da primi della classe, soprattutto nei momenti importanti. Ma oggi l’osservato speciale era Taylor Fritz: alto e ancora esile rispetto agli “adulti”, anche lui ha nel servizio e nel rovescio due colpi eccezionali per fluidità e naturalezza. Ma è l’atteggiamento che impressiona: un diciottenne che chiede scusa all’avversario per aver chiesto all’arbitro di controllare un segno della palla non è cosa da tutti giorni. E contro un giocatore che ama provocare come Stepanek, è ancora più ammirevole. Ha perso perché il due volte campione della Davis ha messo tre prime devastanti su altrettante parità, sul 6-4 6-5 in favore del californiano. Ma se il suo sviluppo fisico (già si muove come uno più basso di 10cm rispetto ai suoi 193) e tecnico prosegue come da copione, vincerà. E molto.

18:58 – L’attesa è ripagata. Sua Maestà entra nel Centrale, accolto dal boato degli oltre 5 mila appassionati. Inizia l’allenamento di Federer.

18:51 – Filippo Volandri ritrova subito il feeling con il Foro. Il livornese, in vantaggio 6-4, 4-1 contro Jaziri, approfitta del ritiro del giocatore tunisino per approdare al secondo ed ultimo turno delle Quali. Domenica la sfida tra vecchietti del circuito contro Stepanek mette in palio un posto nel main draw.

18:30 – Il nuovo soprannome non porta fortuna a Taylor Fritz. All’ora dell’aperitivo, lo Spritz saluta il torneo. Le bollicine sono tutte per Radek Stepanek, 36 anni e ancora in palla. Il tennista ceco passa in rimonta 4-6, 7-6, 6-1.

18:21 – Filippo Volandri rompe il ghiaccio e si aggiudica 64 il primo set con Jaziri. Alla lunga Kukushkin ha la meglio su Federico Gaio, battuto 6-7, 6-4, 6-4. Si ferma la corsa anche di Alessandro Giannessi, eliminato da Kudla in due set, 7-6, 6-4.

17.58 – Che entusiasmo per Federer. Il Centrale scoppia di passione per il primo allenamento di Re Roger. Date un’occhiata!FEDERER ALLENAMENTO

17.51 – Quella vecchia volpe di Radek Stepanek non si beve lo spritz e pareggia con Fritz vincendo il secondo set al tie-break, finito 7 punti a 4

17:39 – Si profila una maratona tra Gaio e Kukushkin. Il tennista kazako ha riportato il match in parità, aggiudicandosi il secondo set per 6-4 dopo un’ora e 50′.

17:36 – Ironia alla romana. La nuova promessa del tennis statunitense Taylor Fritz è stato già ribattezzato Taylor Spritz dai numerosi appassionati accorsi sul campo 4 per assistere al match contro il veterano Radek Stepanek.

17:29 – 15 anni dopo la prima volta, Filippo Volandri, attualmente 222 Atp, cerca il 15esimo gettone nel main draw romano. “Filo”, che nel 2007 approdò fino alle semifinali dopo aver battuto un certo Roger Federer, inizia la scalata sul Pietrangeli contro il tunisino Jaziri, 64 Atp e numero 5 del tabellone di Quali.

17.16 – Niente da fare per Nastassja Burnett. La Watson fa valere la sua esperienza ad alto livello per portare a casa terzo set e match, 6-3 2-6 6-3

17.13 – Alessandro Giannessi, n. 180,  ko al tie-break nel primo set contro il newcomer Usa Denis Kudla, n. 61.

17.04 – Taylor Fritz, l’America del futuro, 18 anni, già arrivato al n. 71 del mondo, è partito forte contro il veterano Radek Stepanek, 37 anni, n.34 Atp, nel match più atteso della giornata. Suo il primo set, 6-4.

16.47 – Federico Gaio, 24anni, n. 225 del mondo che si allena al Centro Tecnico di Tirrenia, ha vinto il primo set 7-6 ( 7-2 il tie-break) contro Mikhail Kukushkin, praticamente imbattibile in Davis col Kazakistan, n. 86 del mondo.

16:22 – Come un diesel Nastassja Burnett. Nessun timore reverenziale nei confronti della britannica Heather Watson, numero 56 Wta e terza testa di serie delle Quali. La tennista romana non si è persa d’animo ha ristabilito l’equilibrio, aggiudicandosi il secondo parziale al terzo set point. Dopo un’ora e 25 minuti di gioco, si riparte da 0-0. Sul campo 6 è appena iniziato il match tra Alessandro Giannessi e lo statunitense Denis Kudla.

15:35 – Scocca puntuale dopo un’ora di gioco l’alt per Andrea Arnaboldi. Il francese Pouille non fa sconti e si aggiudica il match con lo score di 6-2, 6-3. Il 29enne meneghino non riesce a ripetere l’impresa dello scorso anno, quando compì il grande salto dalle qualificazioni prima di arrendersi al primo turno al belga Goffin. Si mette male anche per la Burnett, sotto 6-3 dopo il primo set.

15:30 – A Roma è arrivata anche Carla Suarez Navarro, finalista lo scorso anno (andò a un passo dal battere Sharapova). Ecco il suo saluto a Roma, direttamente dal Centrale.

15:20 – E’ iniziato anche il torneo di Nastassja Burnett. Dalla bella vittoria centrata qui nel 2013, contro Alize Cornet, la tennista romana non è più riuscita a ripetersi. Oggi, numero 311 del mondo, affronta una difficilissima avversaria: la britannica Heather Watson, sua coetanea (classe 1992) ma numero 56 del ranking. Il punteggio, per ora, rispetta il pronostico: 5-1 per la terza testa di serie delle qualificazioni.

15:13 – E’ venuta a trovarci in conferenza stampa Sara Errani, e ci ha spiegato cosa l’ha disturbata negli ultimi due mesi: qui l’articolo di Andrea Nizzero. Qualche ora fa l’eroe del giorno, Matteo Donati, ci ha invece raccontato la sua bellissima e folle giornata: qui l’articolo di Riccardo Bisti.

15:00 – Lucas Pouille si conferma osso duro per Andrea Arnaboldi. Dopo l’exploit di Goffin a Madrid, il talentuoso francese si è aggiudicato il primo set contro il canturino per 6-2. Break al quarto e ottavo gioco.

14:18 – Qualche goccia di pioggia ha fatto capolino al Foro. Dopo una breve interruzione, si è ripreso a giocare. Disco rosso anche per Thomas Fabbiano, per classifica il migliore degli italiani impegnati nelle Quali. Il tennista pugliese si è arreso 6-4, 6-3 allo spagnolo Cervantes, un break per set e il sogno main draw, dopo le avventure del 2011 e 2015, sfuma via.

13:41 – La classifica pesa, eccome. Perde i pezzi la folta pattuglia azzurra impegnata nelle qualificazioni. Matteo Viola porta a casa il primo set contro l’americano Ram, ma poi è costretto a cedere con un doppio 6-3. Chiusa dal pronostico contro la portoricana Puig, Martina Colmegna raccoglie appena 3 games prima di arrendersi 6-3, 6-0. Per la 19enne azzurra si chiude comunque una gran settimana vissuta intensamente con le  pre-quali.

13:16 – “Mi ero praticamente appena alzato dal letto!” Il sorrisone di Matteo Donati, mentre ci racconta come ha vissuto questa folle mattinata, è eloquente: “Se Benjamin Becker non si fosse cancellato stamattina, a mezzogiorno sarei partito e tornato a casa”. Sembra sempre più un appuntamento col destino, la vittoria di Donati contro il colombiano: qui a Roma da una settimana, non avrebbe dovuto nemmeno giocare, dopo un inizio di stagione reso difficile da qualche acciacco alla schiena. Poi la decisione last minute di firmare il foglio degli Alternate (la “lista d’attesa” per chi spera che si liberi un posto in tabellone) e, stamattina, la notizia di prima mattina: Becker fuori, in campo tra mezz’ora. “Quasi non sono riuscito a fare riscaldamento”: il tempo per scaldarsi l’ha avuto in campo: un’ora e 55 minuti di gioco, per un’esaltante vittoria al terzo set. Ora attende il veterano francese Stephane Robert, diventato professionista quando Matteo aveva 6 anni, numero 103 del mondo.

13:09 – Un’ora di gioco sul campo 3, la situazione tra Viola e Ram torna in perfetta parità. L’americano, sorpreso dall’entusiasmo dell’azzurro nel primo set, ha portato a casa il secondo parziale con il punteggio di 6-3. C’è da sperare che Matteo ritrovi energie e soluzioni di gioco differenti per arginare il ritorno prepotente dell’avversario.

13:00 – Troppe le oltre 400 posizioni di differenza nella classifica Wta per poter sperare in un epilogo diverso. Sul campo 6 Martina Di Giuseppe lotta contro la spagnola Lara Arruabarrena, ma alla fine deve inchinarsi alla più quotata avversaria con il punteggio di 6-2, 6-4.

12:43 – Si illude per un set Omar Giacalone, poi crolla sotto i colpi di Aljaz Bedene. Veemente il ritorno del tennista inglese che, dopo aver ceduto il primo set 6-4, riporta il match dalla sua con un perentorio 6-3, 6-1. Arrivano buone notizie dal campo 3, teatro della sfida tra Matteo Viola e Rajeev Ram. A dispetto delle 200 posizioni di gap a favore dello statunitense, l’azzurro ha dominato il primo set per 6-1.

12:19 – Deja Vu? Eccome! Due vittorie in carriera al Foro Italico, entrambe contro Santiago Giraldo: è lo strano destino, e la splendida storia, di Matteo Donati a Roma. Il 21enne alessandrino ha battuto il colombiano per 46 63 76(3), in un incontro che ha toccato livelli di tennis ampiamente degni dei primi 100 giocatori del mondo. Matteo, numero 239, lo aveva già battuto in rimonta lo scorso anno, al 1° turno del main draw.

12:07 – Un mezzogiorno palpitante. Il grande divario in classifica, minimo comun denominatore dei tre incontri degli azzurri che hanno aperto il programma, ora inizia purtroppo a manifestarsi anche sul campo. Alberta Brianti, 36 anni e 423 del ranking, ha impegnato per oltre 100 minuti la taiwanese Hsieh, prima di cedere per 6-4 al terzo set. Anche Giacalone, nel frattempo, non è riuscito a conservare il break di vantaggio nel 2° set: Bedene ha pareggiato i conti per 6-3. Donati si gioca tutto, servendo sul 4-5 del terzo set contro Giraldo.

11:53 – Non è bastato il tifo del fidanzato Stanislas Wawrinka sulle tribune del campo 3. La croata Donna Vekic ha ceduto alla svedese Johanna Larsson, settima testa di serie delle Quali, con il punteggio di 7-5, 6-2.

11:38 – E’ di Varvara Lepchenko la prima vittoria nelle qualificazioni femminili. La 30enne americana, numero 63 del ranking, ha sconfitto 6-3 6-0 la bulgara Tsvetana Pironkova (n. 97), che nel 2008 raggiunse i quarti a Roma dopo aver battuto, tra le altre, Ivanovic e Azarenka. Per la statunitense l’ultimo ostacolo verso il main draw, arriverà dalla vincente del match Bertens-Gibbs.

11:35 – Deja vu? Speriamo! Sul Campo 4, per l’entusiasmo del pubblico già accorso al Foro, Matteo Donati ha vinto il secondo set contro Giraldo: dopo 67 minuti, è appena iniziato il parziale decisivo. Anche lo scorso anno, Donati perse il primo set contro Giraldo, per poi vincere in rimonta. Nel frattempo, sul Campo 1 contro Bedene, Giacalone sta lottando per mantenere un break di vantaggio anche nel 2° set.

11:18 – Poco più di un’ora di gioco e già due set bruciati tra Alberta Brianti e Hsieh Su-Wei. L’emiliana, (n. 423), dopo aver agevolmente vinto il  primo set per 6-2, ha subito il ritorno della tennista di Taiwan (76 del ranking), che ha pareggiato i conti aggiudicandosi per 6-1 il secondo parziale.

11:14 – Chissà cos’ha pensato, Matteo Donati, quando ha saputo che avrebbe preso il posto di Benjamin Becker  al 1° turno delle qualificazioni. Santiago Giraldo, colombiano imprevedibile, è il miglior ricordo della giovanissima carriera dell’alessandrino: proprio qui, lo scorso anno, trovò contro di lui la sua prima (e fin qui ultima) vittoria in carriera sul circuito maggiore. Si ritrovano oggi, e la partita è di nuovo equilibrata: 6-4 3-3 in favore del n. 105 del ranking (Matteo è al 239).

11:02 – Trecentodiciotto: tante sono le posizioni che separano Omar Giacalone (n.377) e Aljaz Bedene (n. 59). Eppure, sul campo 1 del Foro Italico, è il siciliano ad aver vinto il primo set (6-4) sul forte sloveno, naturalizzato britannico. Ottima partenza anche per Alberta Brianti, che ha vinto per 6-2 il primo set sulla taiwanese Hsieh Su-Wei.

11:00 – Sotto il sole di questo splendido sabato di maggio, i primi incontri di qualificazione hanno dato ufficialmente il via alle fasi finali degli Internazionali BNL d’Italia. Sono già in campo tre dei quattordici azzurri (10 ragazzi, 4 ragazze) che scenderanno in campo oggi: una giornata fitta, densa di partite, spunti e personaggi. Proveremo a raccontarvela in presa diretta su questo Live Blog. Benvenuti al Foro Italico!

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close