News
In Evidenza

Storia e innovazione: 80 milioni per portare il Foro Italico nel futuro

“Servirebbe una riforma dello sport, una nuova legge che stimolasse la pratica di base e dei giovani. Abbiamo anche enti di promozione sportiva che dovrebbero occuparsi di queste fasce di popolazione”. E’ l’invito che il presidente della Federazione Italiana Tennis, Angelo Binaghi, ha rivolto alla ministra per le Politiche giovanili Fabiana Dadone nel corso di un incontro per il ciclo “Vita da campione” che la FIT organizza insieme a Sport e Salute al Foro Italico durante gli Internazionali BNL d’Italia.

“Le politiche giovanili sono al centro del nostro futuro – ha aggiunto Binaghi – da tempo con la Federazione Tennis Tavolo stiamo aumentando le risorse per questo settore. Lo sviluppo del tennis italiano, nonostante risultati sportivi e successi organizzativi con Sport e Salute, passerà dalla scuola e dall’impiantistica per i giovani. Vorremmo che in ogni comune ci sia un campo da tennis o da padel. Tutti gli investimenti che faremo nei prossimi anni saranno rivolti a questo obiettivo”.

“Ci sono praterie da occupare – ha confermato la ministra Dadone – abbiamo stanziato 12 milioni attraverso un bando per creare quelli che abbiamo chiamato spazi civici, ovvero 100 aree per fare sport, musica, arte, per tirar fuori il disagio acuito dai due anni di pandemia. Le associazioni e i giovani hanno chiesto soprattutto aree riservate a loro, non limitate solo alla scuola o alle zone della movida, per esprimere se stessi. In questi spazi i giovani potranno condividere anche la passione per gli eSports, sarebbe un modo per contrastare l’isolamento”.

“I giovani – ha spiegato il presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli – devono vedere nello sport un’occasione di crescita formativa ed educativa. Noi vogliamo far arrivare lo sport dove adesso non c’è. Da questo punto di vista un evento come gli Internazionali BNL d’Italia, che sono un motore economico e una vetrina per l’eccellenza italiana, rappresentano un’occasione per promuovere la pratica sportiva e i corretti stili di vita. La settimana scorsa il Foro Italico era aperto a 27 mila ragazzi delle scuole che hanno potuto provare anche il tennis attraverso i nostri maestri”.

C’è da avvicinare i giovani e insieme da riavvicinare chi è più avanti con gli anni e col tempo ha smesso di fare attività motoria. “Tanti ragazzi hanno smesso, poi dopo i successi italiani alle Olimpiadi di Tokyo i numeri dei praticanti sono cresciuti. Ma spesso chi ha lasciato poi non ha ripreso”, ha spiegato Antonio Rossi, tre volte campione olimpico di canoa, che ha partecipato all’incontro insieme ad Anželika Savrajuk, medaglia di bronzo a Londra 2012 e campionessa del mondo di ginnastica ritmica.

Resta anche un problema di costi. “Dobbiamo rendere l’attività sportiva a costo zero o quasi per chi non può permetterselo” ha ammesso il ministro Dadone. Il Foro Italico trasformato durante la pandemia in una palestra gratuita a cielo aperto può tracciare la strada per il futuro. Un futuro nel quale la cornice degli Internazionali BNL d’Italia sarà sempre più la casa dello sport italiano. “In occasione delle celebrazioni per Roma Capitale – ha sottolineato la ministra Dadone – uno dei progetti ha riguardato proprio lo stanziamento di 80 milioni per la riqualificazione del Parco del Foro Italico. Abbiamo così risposto a un’esigenza con un’offerta per tutta la cittadinanza”.

Leggi anche

Official sponsor

  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close