News
IL TORNEO MASCHILE

AVANTI WAWRINKA, NISHIKORI, DEL POTRO
Ok anche Zverev e Thiem

Questo contenuto è stato pubblicato 6 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

Fabio Fognini ha il suo avversario. E’ Alexander Zverev, il più forte dei NextGen, il tennista destinato a dominare il tennis di domani. Il tedesco, testa di serie numero 16, non ha avuto problemi contro il serbo Viktor Troicki, battuto in due set in un’ora e 21 minuti (6-3 6-4), e domani affronterà Fabio per un posto nei quarti nella parte alta del tabellone. L’idea del Centrale come una bolgia, tutta per Fognini, non lo spaventa: “La gente qui ama molto Fabio. Il suo modo di giocare è indubbiamente esaltante, emoziona. Il tifo sarà tutto per lui, sarà una serata divertente e sarà una grande partita. Ho visto il primo set contro Murray, Fabio ha giocato molto molto bene. Sarà dura, vedremo”.
Nella parte bassa del tabellone, l’attesa era tutta per il debutto di Nadal ma di Nadal si è visto davvero poco. Colpa dell’infortunio al ginocchio che ha costretto al ritiro Nicolas Almagro al quarto gioco del primo set, con Rafa avanti 3-0. Se il maiorchino ha praticamente riposato, il suo prossimo avversario, lo statunitense Jack Sock, ha dovuto sudare 2 ore e 35 minuti, sotto il caldo sole di questo mercoledì quasi estivo, per avere la meglio del ceco Jiri Vesely. Il 24enne di Kansas City, numero 14 ATP, ha avuto la meglio solo al tie-break del terzo set, chiuso però con grande autorevolezza, lasciando a Vesley un solo punto: 6-4 3-6 7-6(1) il risultato.
Per il pubblico, ancora una volta  da record, è stata insomma un’altra giornata di grande tennis, già dalla sfida tra Nishikori e Ferrer che ha aperto il programma sul Centrale. Se c’era qualche dubbio sulle condizioni di Kei, testa di serie numero 7 ma costretto al ritiro a Madrid per problemi al polso, il giapponese l’ha fugato giocando un tennis convincente e chiudendo il match in due set. Più combattuto il primo, con break Nishikori e controbreak Ferrer al quinto e sesto gioco, prima dell’allungo deciso di Kei dal 5-5 al 7-5. Break e contro break anche nel secondo set, in parità fino al 2-2. Qui Nishikori ha cambiato marcia, alzando il livello del suo gioco e infilando quattro giochi consecutivi. “Mi sono sentito abbastanza bene, il polso è ok, posso dire di essere al 100%”, ha poi detto Kei. Negli ottavi il 27enne di Shimane affronterà il ritrovato Juan Martin Del Potro, con vista Djokovic. Delpo ha infatti confermato quanto di buono fatto vedere all’esordio, contro Dimitrov, liberandosi in un’ora e 45 minuti del britannico Kyle Edmund (7-5 6-4). “Sto giocando bene e penso che il mio gioco possa migliorare ancora settimana dopo settimana”, ha poi detto in sala stampa l’argentino . Che sulla sfida con Nishikori ha aggiunto: Sarà una partita difficile. Penso che lui ha tutto per vincere perché sta giocando molto bene. Non ci siamo mai affrontati sulla terra, sarà quindi un match interessante. Dovrò giocare ancora meglio di oggi per battere Kei”.
Se l’apertura sul Centrale ha offerto un ricco antipasto, la chiusura ha regalato un dessert decisamente gustoso: Stan Wawrinka contro Benoit Paire. Amici nemici per una sera, alla fine l’ha spuntata lo svizzero, testa di serie numero 3, che si è preso così la rivincita sul francese dopo la sconfitta di Madrid. Successo in tre set, con improvviso black-out nel secondo: 6-3, 1-6, 6-3. Domani Stan se la vedrà con John Isner sul Pietrangeli.
Agli ottavi, dove affronterà Tomas Berdych, anche Milos Raonic: il canadese, quinta testa di serie a Roma, ha messo fine alla corsa dell’eterno Tommy Haas, 39 anni, agli Internazionali la prima volta nel lontano 1997  (6-4 6-3 in un’ora e un quarto). Successo in due set  anche per Dominic Thiem: l’austriaco, finalista a Madrid e numero 7 ATP, ha battuto 7-6(4) 6-4 l’uruguaiano Pablo Cuevas, in un match più equilibrato di quanto non si potesse pensare. Cuevas ha strappato il servizio all’avversario sul 4-4 nella prima partita, andando a servire per il set, ma si è fatto subito controbrekkare per poi cedere al tie-break. Nel secondo set, l’austriaco ha piazzato il break decisivo al settimo gioco e lo ha difeso fino al 6-4 finale. Per Thiem c’è ora Sam Querry, che ha battuto 6-4 6-3 il tedesco Jan-Lennard Struff.
Nell’ennesimo derby spagnolo di questi Internazionali, Roberto Bautista Agut ha avuto la meglio su Pablo Carreno Busta, testa di serie numero 15, dopo 2 ore e 38 minuti di battaglia: 6-7(6), 6-1, 6-4. La vittoria regala a Bautista Agut la sfida con Djokovic, contro cui ha vinto una sola volta. L’ultima volta, a Shanghai nel 2016.

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close